caffè e dolci: il caffè alla valdostana

nel periodo invernale e sotto le feste natalizie, sono in tantissimi che decidono di andare a sciare. le montagne innevate hanno il loro indiscutibile fascino e dopo una giornata intera sugli sci o sullo snowboard, cosa c’è di meglio di una bevanda calda della tradizione, da consumare in compagnia, perché no di fronte a un camino acceso. stiamo parlando del caffè alla valdostana, ottimo da preparare quando il clima è freddo.

ingredienti

4 tazzine di caffè

4 tazzine di grappa bianca

4 tazzine di punch all’arancia

1 tazzina di génépy

4 cucchiaini di zucchero

4 chiodi di garofano

q.b. buccia d’arancia

q.b. scorza di limone

preparazione

versare le tazzine di caffè nella coppa dell’amicizia, un recipiente di legno con coperchio e vari beccucci usato soprattutto in valle d’aosta (la coppa dell’amicizia viene chiamata spesso erroneamente grolla, che invece è un calice da vino in legno tradizionale della valle d’aosta, comunemente realizzato al tornio e rifinito con intagli a mano), e cospargere il bordo dell’apertura della coppa con zucchero. scaldare in un pentolino a parte le tazzine di grappa bianca, le tazzine di punch all’arancia, una tazzina di génépy, i 4 cucchiaini, i 4 chiodi di garofano, la buccia d’arancia e la scorza di limone. una volta sciolto lo zucchero, aggiungere al caffè il liquido filtrato e, prestando attenzione, dare letteralmente fuoco al contenuto, lasciando che la fiamma viva caramelli lo zucchero del bordo e bagnando lo stesso di tanto in tanto, aiutandosi con un cucchiaio. versare il caramello ottenuto nella coppa dell’amicizia, coprire con il coperchio e degustare la bevanda in compagnia, passandosi la coppa di mano in mano senza mai appoggiarla sul tavolo e ricordandosi di tappare con i pollici i beccucci adiacenti a quello dal quale si decide di bere. la tradizione, in valle d’aosta, è quella che vede i convitati bere uno dopo l’altro, in senso antiorario, ma anche se decidete di farlo in senso orario nessuno si lamenterà.

una curiosità: un tempo la coppa dell’amicizia veniva usata esclusivamente per bere in compagnia il caffè alla valdostana, modo simpatico di bere un caffè speciale insieme ai propri amici o alle persone care, mentre al giorno d’oggi è utilizzata anche come ricercato souvenir e trofeo in tante manifestazioni a carattere sportivo e culturale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *