caffè e fitness: il caffè aiuta a mantenere la linea

stando a stime recenti, il 33% degli italiani è in sovrappeso. un dato preoccupante, che deve far riflettere. oltre a un regime alimentare controllato, è necessario fare dell’attività fisica per perdere peso. proprio a questo riguardo, come già anticipato nelle passate settimane, il caffè, grazie alle proprietà della caffeina, può contribuire in misura considerevole nel migliorare le prestazioni fisiche, se assunto prima della praticae’ provato che la base per ottenere una buona linea è data dalla dieta e dall’attività aerobica effettuata almeno 3 volte alla settimana. aiuterebbe di certo una mezzora di passeggiata rapida almeno 3 volte alla settimana, in grado di portare enormi benefici per il benessere, la linea, il cuore e la salute in generale. stando ad uno studio condotto dall’istat, pubblicato nel rapporto “stile di vita e condizioni di salute”, coloro che vivono nelle regioni del sud hanno più problemi di peso (46%), mentre il problema di peso è meno diffuso nelle regioni centrali (41,6%), del nord ovest (38,5%) e del nord est (42,6%).

come detto, fare più attività fisica fa bene e, durante la mezza età, può addirittura contribuire a ridurre di circa il 50% il rischio di sviluppare demenza con il passare degli anni. gli esperti hanno indagato sulle abitudini delle persone in termini di attività fisica nei precedenti 20 anni, raccogliendo dati che vanno a confermare osservazioni precedenti. chi in gioventù e durante la mezza età ha dedicato più tempo all’esercizio è risultato meno incline a sviluppare demenza rispetto a chi ha praticato meno attività fisica. insomma, adottare uno stile di vita attivo quando si è giovani e durante la mezza età può aumentare le probabilità di arrivare in forma sia fisicamente sia mentalmente alla vecchiaia. per godere degli effetti benefici dell’esercizio sulla mente, basterebbe impegnarsi in attività fisiche della durata di 20-30 minuti almeno 2 volte alla settimana. mentre per mantenere cuore e polmoni sani in genere si consiglia di esercitarsi, sempre per 20-30 minuti, da 3 a 5 volte la settimana. a cosa possono essere attribuiti gli effetti positivi del movimento sul cervello? l’esercizio regolare può contribuire a mantenere sani i piccoli vasi sanguigni cerebrali ed a proteggere da altre condizioni, come ipertensione e diabete, che potrebbero favorire lo sviluppo della demenza. e non dimenticatevi un buon caffè, vi aiuterà ulteriormente!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *