caffè e viaggi: i viaggi del caffè

la storia del caffè in olanda è nettamente diversa da quella di altri paesi, visto per molti anni gli orange erano più preoccupati a vedere il caffè come una merce di scambio che non come una bevanda. in olanda, il caffè è giunto nel diciassettesimo secolo proveniente dallo yemen: gli olandesi, infatti, iniziarono a coltivare il caffè nelle loro colonie. nel 1699 i chicchi di caffè vennero piantati sull’isola di java, gettando così le basi per le piantagioni in indonesia: nel 1711, poco più di dieci anni più tardi, i primi chicchi di caffè giavanesi sono stati venduti sul mercato aperto di amsterdam. le prime caffetterie in olanda, invece, vennero aperte nel 1660: con il loro stile unico caratterizzato da ricche decorazioni, un ambiente caldo e lussureggianti giardini erano ben differenti dalle caffetterie di altri paesi. nel 1680, altro anno importante, gli olandesi introdussero il caffè in scandinavia, regione che oggi ha il più alto consumo pro capite di caffè nel mondo.

in germania, invece, il caffè è stato introdotto nel 1675, con le prime caffetterie inaugurate pochi anni più tardi ad amburgo, brema e hannover. in origine, il caffè è stato considerato una bevanda tipica della nobiltà. le classi medie e inferiori non hanno potuto gustare il caffè fino agli inizi del diciottesimo secolo ed è stato solo molto più tardi che questa bevanda è entrata direttamente nelle case dei cittadini. visto che le caffetterie erano di dominio degli uomini, le donne della classe media teutonica diedero vita ai propri “club di caffè”. nel 1694, a lipsia, heinrich schütze aprì la coffe baum, offrendo caffè gratis. nel corso dei secoli, tanti personaggi degni di nota si incontrarono qui: tra questi wagner, goethe e bach, ma non solo. nel 1990 helmut kohl e lothar de maizière parlarono in questo locale della possibilità di riunificare la germania. il coffe baum è particolarmente famoso anche per la scultura di pietra arenaria posta al di sopra della sua soglia: essa simboleggia l’incontro del mondo occidentale cristiano con quello islamico. non è tutto: al terzo piano è stato allestito uno dei più importanti musei riguardanti il caffè.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *