caffè e viaggi: origini e viaggi del caffè

come è nato il caffè nelle varie parti del mondo? una domanda lecita, a cui per rispondere bisogna intraprendere un viaggio intorno al globo, alla scoperta di origini e culture differenti. partiamo in questa avventura dall’etiopia, nazionale in cui la pianta del caffè è stata scoperta nel lontano undicesimo secolo. presto definita “frutto magico”, questa pianta è stata utilizzata grazie alle sue foglie per le proprietà medicinali: le foglie venivano fatte bollire in acqua e la miscela ottenuta si pensava avesse qualità curative. nel giro di pochi decenni, la fama della pianta del caffè si diffuse nelle terre vicine.

a metà del quattordicesimo secolo, il caffè raggiunse la penisola arabica, con la coltivazione del caffè che approdò principalmente nello yemen. qui, veniva utilizzata la ricetta scoperta in etiopia e il clima favorevole, unito al suolo fertile, permise una coltivazione ideale del caffè, con ricchi raccolti.

spostiamoci in europa, più precisamente a istanbul. in turchia il caffè venne introdotto nel 1555 da özdemir pasha, il governatore ottomano dello stesso yemen, che in quelle terre aveva imparato ad apprezzare e a gustare questa bevanda.  nei palazzi ottomani venne scoperto un nuovo modo di bere il caffè: i chicchi venivano arrostiti sul fuoco, macinati finemente e poi lentamente cucinati con acqua sulle ceneri di un fuoco di carbone. l’aroma ottenuto colpì tutti favorevolmente e la fama di caffè si diffuse ben presto ancor più lontano. in turchia il caffè divenne molto popolare, soprattutto nei palazzi dei facoltosi e nei tribunali. il passaggio dai palazzi alle case dei cittadini comuni fu breve e presto gli abitanti di istanbul si innamorarono perdutamente di questa bevanda. la diffusione del caffè spiccò letteralmente il volo attraverso l’istituzione delle prime, autentiche, caffetterie. il primo caffè di istanbul, chiamato kiva han, venne aperto nel quartiere di tahtakale, ma rapidamente altre caffetterie furono inaugurate in tutta la città. il caffè e cultura del caffè divennero in fretta parte integrante della cultura sociale di istanbul e, conseguentemente, della turchia. moltissime persone trascorrevano ore e ore nelle caffetterie per leggere libri e testi, giocare a scacchi e backgammon e discutere di poesia e letteratura.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *